JO PALLIO DELLA CARRIERA

La gara è legata strettamente all'antica divisione del paese nei rispettivi rioni "Dammonte" e "Dabballe".
La corsa, di cui si trova traccia in tanti documenti d'archivio e nello statuto cittadino del 1556, affonda la sua tradizione quasi sicuramente nel Medioevo. La "Carriera" o corsa sfrenata di cavalli nella contrada "Corso" rappresentava la più appassionata delle gare popolari.
La collocazione temporale della rievocazione storica del "Pallio" è individuata in uno dei periodi di maggiore splendore: Il "bello Stato" di Donna Olimpia Aldobrandini" (inizio XVII sec.). Questo spazio temporale favorisce elementi utili a scoprire l'atmosfera e i comportamenti della vita di allora perché forti sono i segni lasciati dalla ricca letteratura e dalla pittura.